mercoledì 25 giugno 2014

Sciacalli o benefattori?

Riceviamo con sempre maggiore frequenza le segnalazioni da parte di parenti di persone rimaste vittima di gravi incidenti in merito alla ricezione di fax, lettere ed email di associazioni se non addirittura studi privati che offrono consulenza per il recupero dei danni subìti, ottenendo gli indirizzi ed i riferimenti utili nei modi più svariati (dall'elenco telefonico, al web, ai social network).
Il tenore di queste comunicazioni spazia dal generico "Vi siamo vicini in questo momento di grave lutto e vi offriamo il nostro supporto per difendere i vostri diritti" al più specifico "Siamo esperti in sinistri mortali e vi garantiamo il nostro supporto legale per ottenere il più alto risarcimento".
Noi di Studio Blu non condividiamo questo tipo di approccio, che riteniamo sia dannoso per la nostra categoria professionale in quanto il più delle volte urta irrimediabilmente la sensibilità dei parenti delle vittime svilendo il ruolo del patrocinatore stragiudiziale che proprio per la delicatezza dei casi in considerazione non può e non deve mai ritenere corretto inviare comunicazioni generiche di questo tipo.
Studio Blu gestisce abitualmente sinistri di grave entità grazie alla preparazione nella materia del risarcimento del danno e alla fiducia guadagnata nei confronti dei clienti in quasi vent'anni di presenza e di leadership nel settore. Riteniamo perciò che i sinistri gravi e mortali non debbano essere oggetto di azioni di marketing dirette, per rispetto verso le vittime e verso i famigliari.

1 commento:

  1. Credo sia un comportamento veramente vergognoso. E' successo ad una mia amica, che ha visto mancare suo fratello in un incidente stradale. Non li ha degnati nemmeno di una risposta.

    RispondiElimina