lunedì 21 ottobre 2013

Il Governo precisa che il tagliando RCA non sarà sostituito da un microchip

La notizia, riportata dalla quasi totalità delle testate giornalistiche nelle scorse settimane, sembrava ormai certa: entro il 2015 tutti gli autoveicoli in circolazione non avrebbero più avuto il classico tagliandino RCA esposto ma un piccolo microchip in grado di "dialogare" con i dispositivi di controllo velocità e simili (autovelox e tutor in primis) in modo da verificare in maniera massiccia la regolarità della copertura assicurativa su tutti i veicoli circolanti.
Il Ministero dello Sviluppo economico, però, è intervenuto poche ore fa per chiarire che non è mai stata considerata come attuabile questa soluzione, in quanto "al momento inutilmente costosa", e che quindi la notizia trapelata è infondata.
La vera novità consisterebbe nel fatto che le verifiche sulle coperture assicurative potranno effettuarsi oltre che in maniera puntuale su singoli veicoli da parte degli agenti delle autorità competenti, come già avviene, anche mediante altri strumenti attraverso la rilevazione del numero di targa attraverso la strumentazione già in uso per il controllo della velocità e dell'accesso alle ZTL, con un sistema di verifica incrociata dei dati rilevati.
Il risultato concreto, quindi, potrebbe essere il medesimo.

Nessun commento:

Posta un commento