martedì 19 giugno 2012

Il Fondo di garanzia per le vittime della strada ha finito i soldi

Il conto del Fondo di garanzia per le vittime della strada è in rosso. Lo rivela la Corte dei Conti che ha constatato un passivo di quasi 72 milioni di euro per il FGVS.
Il problema è molto grave, specie se si considerano le finalità del fondo che sono sostanzialmente quelle di tutelare gli automobilisti rimasti vittima di incidenti stradali con veicoli non identificati o non assicurati. La causa del deficit è dovuto al numero impressionante di veicoli non assicurati circolanti nel territorio nazionale, giunto a quota 3,5 milioni, nonchè dei veicoli assicurati con polizze fasulle, vere e proprie mine vaganti per gli automobilisti onesti.
Sembra inevitabile un nuovo innalzamento delle polizze Rca (sulle quali grava per il 2,5% un'imposta proprio a favore del Fondo), poichè la situazione appare irrisolvibile altrimenti. Di sicuro il Fondo di garanzia svolge una funzione sociale irrinunciabile, quindi in un modo o nell'altro bisognerà pareggiare i conti. E purtroppo chi dovrà rimetterci sarà, ancora una volta, l'assicurato.


Inoltre è molto probabile che diventi ancora più complesso riuscire ad ottenere il risarcimento dal Fondo, che certamente ha un motivo in più per vagliare in maniera ulteriormente accurata e dettagliata ogni singola richiesta di risarcimento, generando inevitabili ritardi e difficoltà.

Nessun commento:

Posta un commento