giovedì 8 settembre 2011

Le auto: sicure per i conducenti, ma non per i pedoni?

Sono davvero interessanti gli ultimi risultati dell’EuroNCAP, il programma internazionale per la sicurezza dei veicoli promosso dall'ACI con altri Automobile Club internazionali insieme a varie associazioni di produttori, consumatori ed assicurazioni, nonché sette governi europei (www.euroncap.com). Tra tutte le vetture testate, oggetto degli ultimi esami sono state l'Audi A6, la Bmw X3, le Chevrolet Aveo e Orlando, la Citroen DS5, la Hyundai i40, la Kia Picanto, l'elettrica Opel Ampera, le Volkswagen Golf Cabriolet e Jetta. Tutte sono state premiate con il massimo punteggio di 5 stelle, tranne la Picanto che si è fermata a 4 stelle anche per l'assenza del sistema per il controllo elettronico della stabilità (ESP) nell'equipaggiamento di serie sull'intera gamma. Enrico Gelpi, Presidente dell’Automobile Club d’Italia, ha commentato: ''Le auto offrono standard di protezione sempre più elevati per gli occupanti e un grande contributo alla sicurezza arriverà l'anno prossimo con l'ESP obbligatorio per i veicoli di nuova immatricolazione. Le Case automobilistiche devono però dedicare più attenzione ai pedoni nella progettazione delle vetture''.  Se le auto, infatti, risultano essere sempre più sicure per i passeggeri e per chi le guida, non è così per i pedoni. L’ Opel Ampera, l'Audi A6 e la Citroen DS5 hanno raggiunto quest'anno gli standard minimi di EuroNCAP nella protezione dei pedoni in caso di impatto, ma nessuna delle dieci vetture testate ha ottenuto le 5 stelle con i nuovi e più stretti criteri in vigore dal 2012. Il programma EuroNCAP ha voluto premiare anche i migliori dispositivi per la prevenzione degli incidenti, come il Bmw Advanced eCall e il Citroen Localized Emergency Call, in grado di attivare automaticamente la chiamata di emergenza al pronto soccorso in caso di sinistro, e il Mazda Rear Vehicle Monitoring, che aiuta il conducente durante il cambio di corsia, avvisandoci di un eventuale veicolo che sopraggiunge da sinistra.

Nessun commento:

Posta un commento